le mestruazioni

Mestruazioni. Una parola che, unita alla parola sesso, risulta essere uno dei più grandi tabù esistenti da tempo immemore.
Il disagio collegato alla parola sangue mestruale è connesso intimamente alla svalutazione impartita a tutte noi donne del nostro femminile.

menstruation

Il nostro disgusto profondo per ciò che sgorga dal nostro corpo, da noi stesse, dal nostro interno, non deve essere considerato come un fallimento personale: disgusto, sindromi premestruali, non accettazione fanno parte di un più ampio fallimento, collettivo e sociale dovuto alle impostazioni e ai condizionamenti che noi donne subiamo da millenni.

La paura di entrare in contatto con la nostra essenza più intima, il sangue che sgorga dal nostro corpo fonte e foriero di vita, si collega alla paura di addentrarsi nel nostro mistero più profondo e arcano, paura di conoscere il nostro potere, antico tanto quanto l’umanità.

Eppure, antica è anche la discriminazione che ruota attorno al sangue mestruale.
Perché ci hanno indottrinato facendoci credere che le mestruazioni sono qualcosa di così sporco e di così terribile? Tutto ciò che riguarda il potere è da sempre manipolato e la donna consapevole del proprio potere, racchiuso nelle sue mestruazioni, fa paura e spaventa l’uomo che non riesce minimamente ad immaginare che cosa racchiude la Donna nel suo interiore. La potenza che sgorga dalle sue fasi mensili sono inimmaginabili e incomprensibili per l’uomo che ha perso il contatto con il proprio lato femminile.

La Donna consapevole è molto potente, usa il proprio potere con saggezza e amore.

donnastrega

L’eterno gioco della prevaricazione, della paura che deriva da chi ha meno potere e imprigiona chi ha più potere è una ritorsione antica, una credenza che si rispecchia ad esempio nell’Inquisizione e nell’uomo che accusa la donna di avere dentro sé il demonio. Demonio, figura maschile inventata dalla Chiesa per controllare masse e popoli.

Chi ci definisce come donne? Sciamana, strega, maga, guaritrice.
Tutti ruoli che corrispondono al potere di guarigione ma anticamente controllate da sacerdoti egizi o druidi celtici. Le guerriere, vergini e indipendenti, forti e lottatrici. L’etimologia della parola vergine si riallaccia alla radice indoeuropea varg- = essere gonfio, turgido, rigoglioso e quindi, in senso lato, maturo (al matrimonio o all’attività sessuale in genere). Da sottolineare che la stessa radice sanscrita varg- o urg’- si ritrova nell’etimologia del termine orgasmo che, letteralmente, esprime l’idea dell’esuberanza o nel termine greco ὀργάς (orgàs) fertile. La parola vergine quindi originariamente non significava assenza del maschio ma assenza del maschio prevaricatore. 

Tentatrici, come le sirene, seducendo e ingannando gli uomini, facendogli perdere totalmente il controllo in modo da essere esenti da colpe e castighi.
I ruoli sociali e gli archetipi applicabili dalle società nelle nostre tradizioni patriarcali hanno cucito addosso a noi donne figure di sposa, vergine o madre.
Il potere della Grande Dea è stato mascolinizzato e noi donne siamo rimaste intrappolate in questi ruoli, percependo la ristrettezza e il soffocamento in cui essi ci stritolano.

donnagambeincrociate.jpeg

Quando la donna prende coscienza del suo potere, che le appartiene e la riveste come una pelle, quando la donna capisce che le mestruazioni hanno quattro diverse fasi, quando la donna capisce che il sangue è sacro e, nella sua menopausa, è in contatto con le mestruazioni ad un altro livello, a quel punto, la Donna è potente. Racchiude in se i misteri della vita, della crescita e della morte, mese dopo mese. Il potere non vissuto, mal gestito, che spaventa porta a tutte quei malesseri e dolori che raggiungono il proprio apice colpendo la donna nella propria femminilità.

Sta sorgendo in questi anni un risveglio, una sensazione che vi sia un qualche cosa che non combacia, una sete di conoscenza vera che ci coinvolge nei meandri più nascosti del nostro essere donne. Possiamo vivere una riconnessione con la nostra vera essenza Femminile, amarci veramente per come siamo.

E’ veramente giunta l’ora di riprendere il contatto con noi stesse, con la nostra vera natura, con la nostra vera e più intima essenza.

L’informazione è potere e una donna consapevole si trasforma in una donna di potere, che conosce il suo potere e lo usa per migliorare il mondo.

Vuoi prendere spunto? Cita il sito della tenda della Luna Rossa per crescere insieme. Grazie! Adriana De Caro.

Vuoi scoprire che cosa accade nel corpo dal punto di vista fisiologico durante il ciclo mestruale? Clicca sull’immagine!

ciclo
che cosa accade nel corpo durante il ciclo mestruale?

 

Se vuoi ritornare alla home page, clicca sull’icona!

home page7